J

Preparare l'acqua salata nel modo giusto

Preparare l'acqua salata nel modo giusto

L'acqua salata è la base di un acquario marino. Foto: © sera

L'acqua salata è la base di un acquario marino. Ma come si prepara in modo corretto?

L'acqua salata per l'acquario viene preparata con un sale marino artificiale, in quanto gli abitanti dell'acquario marino hanno bisogno di condizioni stabili senza forti oscillazioni dei valori. Per preparare l'acqua marina è meglio utilizzare un'acqua di partenza il più possibile pura. L'acqua del rubinetto normalmente contiene numerosi additivi e sostanze naturali che possono essere nocive per gli esseri viventi nell'acquario. Si consiglia quindi di utilizzare acqua deionizzata o acqua di osmosi.

Per la preparazione dell'acqua marina è necessario un contenitore sufficientemente grande - è perfetto ad esempio un fusto in plastica resistente alla corrosione. Questo contenitore va riempito con l'acqua priva di sostanze nocive e poi va aggiunto un po' alla volta il sale marino artificiale, come il sera marin salt o il sera marin reef salt. Una volta che tutte le particelle di sale si sono disciolte ed è stata raggiunta una salinità del 35 per mille, cioè 35 grammi per ogni litro di acqua, questa acqua può essere utilizzata. Prima però devono sempre essere controllati fattori come il contenuto di nitrati e la densità con specifici test dell'acqua o con un densimetro, come quelli sera. Valori inferiori a 10 mg di nitrati per ogni litro d'acqua e una densità di 1,023 sono ideali.

Suggerimento: l'acqua marina preparata nel contenitore va movimentata ed aerata bene per circa 24 ore per mezzo di una pompa. Dopo di ciò l'acqua sarà del tutto limpida.

Ricerca negozi
l